Il problema della posa dei serramenti in sostituzione

Quando si installano nuovi serramenti su di un telaio murato le situazioni più comuni sono:

la posa in sovrapposizione

 

 

 

o la posa con la smuratura del vecchio telaio 

 

 

Entrambe queste soluzioni presentano delle problematiche in cantiere:

La posa con smuratura del vecchio telaio è una soluzione costosa e rischiosa: mediamente la smuratura richiede circa 3o minuti con due operatori solo per togliere il vecchio telaio murato – che poi va anche smaltito — ed è un’operazione rischiosa perché è facile rompere la spalletta o staccare le piastrelle durante quest’operazione. Dopo l’intervento del posatore sarà quindi necessario l’intervento del muratore e del pittore e questo fa lievitare il costo dell’intervento, che mediamente sarà di circa € 100,00 in più a finestra rispetto alla posa in sovrapposizione.

In generale la smuratura del vecchio telaio è la posa meno gradita in quanto si produce sempre e comunque polvere e calcinacci in una casa che è abitata con pavimenti e mobili che potrebbero rovinarsi . Questo tipo di posa si sconsiglia quando si lavora nelle case abitate.

La posa in sovrapposizione  invece è più semplice ed economica ed è quindi la più praticata. Per contro però ha un grosso svantaggio: si riduce notevolmente la luce architettonica del serramento. Questo fatto è noto a tutti ma pochi hanno fatto un calcolo preciso sulla riduzione globale della superficie vetrata in un appartamento:

facciamolo insieme! Supponiamo di essere in un appartamento con 6 finestre che abbiano una altezza di 1,40 mt: con la posa in sovrapposizione si tolgono mediamente 5 cm per ogni montante, quindi io cm totali. Questa riduzione di superficie moltiplicata per una altezza di 1,40 mt significa perdere per ogni finestra 0,14 m2 e una perdita totale di 0,84 m2 . Normalmente uno dei 6 serramenti era una porta finestra, quindi al termine della vostra posa avete tolto dalla casa della sig.ra Maria una finestra da circa i m2, che corrisponde circa al 1o% della luce. Se poi le nuove finestre montano dei vetri basso-emissivi che hanno una trasmissione luminosa minore delle vecchie vetrate, dopo il vostro intervento nella casa si troveranno con circa il 20% in meno di luce naturale. La luce però è fondamentale per la qualità della vita e quindi si deve assolutamente evitare la posa in sovrapposizione. Quando si va a posare i nuovi serramenti in una abitazione che ha il vecchio telaio murato servono quindi nuove soluzioni.

 

La soluzione per la posa in sostituzione con telaio murato: FRAMECUT RENOVA

La soluzione migliore per risolvere il problema è tagliare il vecchio telaio murato a liscio del muro con una macchina che non fa polvere. Per questa lavorazione è stata studiata “Framecut Renova” (Fig. 7), la macchina che rivoluziona il sistema di posa. Con un unico passaggio si taglia il telaio in legno e le zanche e, al termine della lavorazione, avremo una sede perfetta nella quale inserire il nuovo serramento.

La macchina per il taglio del telaio murato è stata appositamente progettata per questo lavoro ed è il risultato di oltre 1 anno di studi e sperimentazioni. Le sue caratteristiche particolari sono le seguenti:

• Può montare tre tipi le lame:: – una lama per legno e metallo che serve a tagliare il telaio e le zanche che si trovano al suo interno – una lama per metallo e muro che serve per tagliare il controtelaio di metallo e interrompere il relativo ponte termico – una lama per marmo che serve per tagliare davanzale passante e interrompere il relativo ponte termico

• il diametro delle lame permette tagli sino a 55mm in modo da poter tagliare completamente i vecchi telai murati che avevano al massimo questo spessore.

• l’aspirazione è perfetta per evitare qualsiasi formazione di la polvere all’interno della casa.

Le lavorazioni speciali di FRAMECUT RENOVA
IL TAGLIO DEL MARMO PASSANTE Nelle vecchie costruzioni, dopo aver eliminato il serramento è molto facile verificare se il davanzale è costituito da una lastra unica di pietra. Se così fosse si è in presenza di un ponte termico che, soprattutto nelle regioni più fredde, va risolto per evitare che possa crearsi della condensa in corrispondenza del davanzale interno o addirittura della muffa sulla parete ad esso adiacente. Si può risolvere questo problema montando su FRAMECUT RENOVA la sua speciale lama per il taglio del marmo. Con un solo taglio dello spessore della lama si riduce del 5o% il ponte termico facendo un lavoro molto semplice veloce e pulito.

IL TAGLIO DEL CONTROTELAIO DI METALLO A partire dalla fine degli anni ‘8o nell’edilizia di tipo speculativo si usavano generalmente controtelai in metallo in quanto più economici; un controtelaio di tal tipo causa però inevitabilmente un ponte termico lungo tutto il perimetro del serramento. Dopo la posa del nuovo serramento con prestazioni migliorate sia in termini di isolamento che di tenuta all’aria, questo ponte termico potrebbe evidenziarsi con la formazione di condensa e muffa sul perimetro della finestra, almeno nelle regioni più fredde. Smurare il controtelaio metallico non è possibile a causa delle numerose zanche murate e quindi, come già detto nei precedenti capitoli, la soluzione migliore sarebbe quella di interrompere il flusso termico praticando un taglio nella spalla. Il problema è che se si usasse una normale una mola angolare (il flessibile) si causerebbe una gran nuvola di polvere incompatibile con un ambiente abitato. Con la macchina FRAMECUT RENOVA, che invece è dotata di un sistema di aspirazione particolarmente efficace, questa operazione diventa molto semplice: basta montare lo speciale disco di taglio per muro e metallo e tagliare il vecchio telaio metallico il più possibile vicino alla aletta di battuta.

L’ELIMINAZIONE DELLA BATTUTA DEL VECCHIO CONTROTELAIO Quando troviamo la vecchia finestra posata sul vecchio controtelaio normalmente la togliamo e posiamo la nuova. II nuovo telaio però ha uno spessore maggiore rispetto al vecchio e quindi nella posa a filo muro interno sporgerebbe verso la stanza. Se usando Framecut Renova tagliamo la battuta del vecchio controtelaio che di norma era da 20 mm recuperiamo questo spessore e possiamo installare una finestra con spessore del telaio da 7o mm anche dove prima avevamo un telaio da 50 mm. Questa soluzione ha un impatto estetico molto importante e la nuova finestra sarà molto più bella.

 

 

 

 

 

 

 

Richiedi informazioni

www.posaclima.it

 

da Bisacchi Finestre-Porte-Cancelli a Gambettola (Forli-Cesena)

Richiedi informazioni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *